Piombino: migranti ospitati nei Cas sfruttati nei campi, 10 arresti per caporalato

1' di lettura 29/04/2024 - Maxi operazione dei carabinieri di Livorno contro il caporalato in agricoltura, arrestate dieci persone accusate di sfruttamento del lavoro di decine di migranti extracomunitari ospitati nel Cas di Piombino.

I carabinieri del Comando Provinciale di Livorno hanno arrestato 10 pakistani residenti nelle province di Siena e Grosseto accusati di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Le misure cautelari sono state emesse dal gip del Tribunale di Livorno su richiesta della locale Procura.

L’indagine, avviata nel maggio 2023 dai carabinieri della Compagnia di Piombino assieme al Nucleo Ispettorato del Lavoro, avrebbe consentito di ricostruire l'illecito utilizzo di manodopera posto in essere da 6 titolari di ditte individuali operanti nel settore agricolo, i quali avrebbero impiegato, approfittando del loro stato di bisogno, 67 migranti di nazionalità pakistana e bengalese ospitati nel Centro di Accoglienza Straordinaria di Piombino.

Secondo l'accusa gli arrestati sfruttavano i migranti, in gran parte loro connazionali, per la raccolta di ortaggi e olive o la pulizia di vigneti in terreni nelle province di Livorno e Grosseto, facendosi aiutare anche da altri per il reclutamento, il trasporto giornaliero e il controllo dei lavoratori. Le persone sfruttate non avrebbero avuto un regolare contratto di assunzione e avrebbero lavorato oltre l’orario stabilito, fino a 10 ore al giorno, senza pause.

La retribuzione sarebbe stata pari a circa 0,97 centesimi all’ora, ampiamente al di sotto dei 10,56 euro previsti dalla contrattazione collettiva, con anche sistematiche violazioni delle norme di sicurezza e igiene. Nel corso dell'operazione i carabinieri hanno anche sequestrato 45.000 euro per il mancato versamento di oneri previdenziali ed assistenziali.


   

di Redazione





Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2024 alle 17:43 sul giornale del 30 aprile 2024 - 6 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/e1PG





logoEV
qrcode